Equitazione per bambini

Equitazione per bambini. Quale è l’età giusta e quali benefici apporta questo sport dal sapore antico.

In questa strana estate 2020 abbiamo preferito sostituire ai giri in giostra, nei luna park per bambini, le passeggiate a cavallo e un mini-corso di equitazione.

Chi ci segue nelle storie sui social avrà già notato che Eleonora e Andrea si stanno appassionando all’equitazione. Uno sport che non dà solo benefici fisici, ma anche mentali. Perchè al bambino viene chiesto di imparare una disciplina sportiva, ma anche di relazionarsi con un essere vivente con il quale, inevitabilmente, costruire un rapporto.

Il nostro primo approccio a questo sport è stato del tutto casuale. Durante le nostre vacanze estive in Salento abbiamo scoperto un maneggio a due passi da casa nostra che organizza passeggiate a cavallo nella natura e in riva al mare per i più esperti, e corsi di equitazione per i più piccoli. Volendo evitare le solite giostre o uscite serali per paesini super affollati, abbiamo optato per rilassanti “tramonti a cavallo”.

In questo modo stiamo fornendo ai bambini gli stimoli giusti per imparare una nuova disciplina divertendosi.

equitazione per bambini
equitazione per bambini

Equitazione uno sport vero e proprio

L’equitazione richiede equilibrio, agilità e una certa leggerezza. Il bambino deve inizialmente imparare a montare a cavallo autonomamente e in un secondo momento a guidarlo con fermezza e sicurezza.
Nella prima fase sono necessari esercizi di stretching per sciogliere la muscolatura.
Successivamente si passa ad esercizi fisici svolti in sella al cavallo, utili a sviluppare l’equilibrio del bambino.

L’equitazione migliora la postura, dato che esercita la schiena a rimanere perfettamente eretta, sviluppando la muscolatura dorsale. Tonifica inoltre i muscoli di gambe e glutei.

 

Benefici dell’equitazione 

Oltre a sviluppare doti fisiche come quelle muscolari, la resistenza fisica, la destrezza e la coordinazione motoria. Il contatto con il cavallo, stimola la concentrazione, la stabilità emotiva e la tranquillità, doti indispensabili a comunicare con l’animale al quale trasmettere il proprio stato d’animo.

 

Qual è l’ età giusta per iniziare

Per l’equitazione vera e propria si consiglia di attendere fino ai 10 anni del bambino. Età nel quale si inizia ad avere una struttura fisica più sviluppata per tenere a bada un cavallo. Ma già dai 3 o 5 anni è possibile far frequentare ai bambini un maneggio, facendo montare dei piccoli pony.
L’estate rappresenta il periodo perfetto, nonchè un’ottima occasione, per avvicinare i bambini al mondo dell’equitazione. Sport che si potrà poi praticare anche durante il resto dell’anno nella propria città.

Prendersi cura del cavallo

Tra le importanti tappe previste in un corso di equitazione, c’è il rapporto con il cavallo. Ai bambini viene infatti insegnato a prendersi cura del proprio compagno a quattro zampe. Strigliandoli il pelo, lavandolo e dandogli da mangiare. Fondamentale per insegnare ai bambini a prendersi una responsabilità.

L’equitazione è quindi uno sport formativo tanto dal punto di vista atletico, quanto da quello educativo.

Sicuramente una delle possibili scelte da annoverare tra le discipline più consigliate per i ragazzini.

Marilisa Rossi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.